Assemblea nazionale di Articolo Uno: una breve sintesi.

In molti ci siamo ritrovati a Roma ieri: tantissime persone con una grande voglia di fare. Interventi di personaggi noti e meno noti che hanno appassionato il pubblico e che, tra di loro, avevano un aspetto di coerenza ed un unico filo conduttore. Sgombriamo il campo dagli equivoci, innanzitutto: nessuno ha riproposto alleanze con forze politiche che non segnino una discontinuità con quanto fatto finora dal Governo. Su questo i deputati e senatori hanno anche, in modo onesto e corretto, fatto autocritica senza ipocrisia, sempre ricordando però che la lealtà al partito li ha condotti a votare provvedimenti “a suon …

Continue Reading

La democrazia svuotata.

Da oggi e per qualche giorno sicuramente ci sarà la rincorsa alle dichiarazioni sul voto in Sicilia: i politici diranno la loro, i giornalisti scriveranno fior di analisi, ciascuno porterà l’acqua al proprio mulino, ma nessuno si occuperà del fatto più importante. L’assenteismo è il vero protagonista di queste elezioni regionali e non solo. Da anni ormai c’è una preoccupante disaffezione dei cittadini agli appuntamenti elettorali, di qualsiasi livello. E questo è un fatto che nessuno può cancellare. La colpa è di tutti, diciamolo. Di una Sinistra che non ha saputo interpretare se stessa né all’opposizione né al Governo; di …

Continue Reading

Dove eravamo rimasti?

E’ trascorsa l’estate ed è di nuovo settembre: il mese in cui si riannodano i fili del lavoro, inizia la scuola e la politica riassume una veste più dialettica e programmatica. Almeno dovrebbe. Per quanto riguarda il dibattito intorno alle formazioni di Sinistra ed al loro eventuale”marciare” insieme, sia per quanto riguarda i progetti che le elezioni, forse qualche novità potrebbe esserci e altro è nell’aria… A fine settembre la Festa Nazionale a Napoli di Articolo Uno genera entusiasmi in tanti ben poca in altri. La comunicazione su che sarà di noi non è, infatti, chiarissima come non lo sono …

Continue Reading

Organizzare Articolo Uno, organizzare la Sinistra. Appello ai dirigenti di Articolo Uno MdP.

Mettere a sistema tutte le criticità ed i punti di forza di un nuovo movimento è sempre alquanto difficoltoso, non soltanto per le tante variabili in gioco, ma perché è opportuno, anzi, fondamentale bilanciare i dati oggettivi con quelli soggettivi politici e sociologici. Innanzitutto abbiamo sin d’ora appurato un primo e notevole errore: proporre nomi che facessero da collante del mondo a sinistra del PD (federatore come vocabolo proprio non piace) invece di iniziare col confrontarsi sui programmi e le priorità da gestire. La sinistra, quindi, era e rimane un frastagliato mondo con grandi valori in comune ma continua a …

Continue Reading

Programmi, nomi e l’unità che ancora manca.

Come già ho avuto modo di sottolineare, Articolo Uno ancora continua il suo percorso senza una linea ben demarcata, senza un’organizzazione e senza riuscire, al di là delle dichiarazioni, ad unire sotto un programma condiviso le varie anime a sinistra del PD. Non demonizzerò mai il termine Partito per rincorrere il mito grillino dello spontaneismo: l’attivismo che nasce dalla passione dei primi momenti può essere molto attrattivo e proficuo ma le energie vanno canalizzate in una struttura. Per far questo occorrono organismi sui territori ed un portavoce riconosciuto. A mio avviso l’incarico di federatore genera confusione. Chi sarebbe costui: un …

Continue Reading

“Insieme”, giusto, ma come?

Dunque, c’ho messo un po’ a raccogliere le idee. A caldo (in tutti sensi) avevo paura che il “vino rosso” del 1° luglio non riuscisse ad essere assaporato bene ed ho pensato di farlo decantare qualche giorno. Al netto della lettera di personaggi dello spettacolo (facessero il loro mestiere che è meglio), dell’appellativo “happening” ed altre stravaganze che non mi sono piaciute (ma io so’ pesante, lo so) e che fanno tanto M5S, sono ancora dell’idea che la Sinistra per avere un’opportunità (l’ultima?) debba riunirsi sotto un medesimo progetto. E’ indubbio e sotto gli occhi di tutti che le sfumature …

Continue Reading

Verso il 1° luglio: idee chiare e condivise.

Si è pensato troppo alle sigle, troppo ai proclami, sono nate iniziative in tempi rapidissimi sempre con il solito copione: idee dall’alto verso il basso. Si è dibattuto sui nomi, sui ruoli, sul vecchio e sul nuovo. Risultato: la gente, in pieno stato confusionale, non ha compreso. A poco servono riunioni in giorni ed orari improponibile per spiegare ciò che è già stato deciso. E’ una trappola. L’unico vero modo per unire e per coinvolgere sono i programmi: non parlarsi addosso, non elucubrazioni sui massimi sistemi e, soprattutto, niente rincorsa demagogica. Per ora di idee ne abbiamo lette e scritte …

Continue Reading

La Sinistra unita non è una somma algebrica

La Sinistra unita, il centro sinistra unito, chi sarà il federatore… roba da far girare la testa. Ritengo che prima di mettere insieme donne e uomini bisogna lavorare sui concetti, sulle idee e, se possibile, almeno nello stesso “schieramento” mettersi d’accordo. La metodologia, l’organizzazione e la linearità sono importanti e prioritarie rispetto a qualsiasi casa comune. Noto che, alcuni, si stanno perdendo: nella rincorsa grillina dandosi un’aria da contestatori a tutto campo; altri continuando ad attaccare il PD, sempre e comunque, senza vedere la “mucca nel corridoio”; molti accalorandosi sui nomi in una continua e stucchevole polemica. Ma perché? Non …

Continue Reading

Dalle radici ai germogli

E dopo le polemiche, gli strappi ed i programmi viene il tempo dell’empatia con chi ci circonda. E’ così. Si è cominciato a fare sul serio e questo vuol dire trasferire ai cittadini i nostri progetti, le nostre proposte e la diversità che vogliamo offrire. Alcuni pensano che non ci sia nulla di nuovo in noi: in parte è vero, infatti ci sono valori ed idee abbandonate che vengono rilanciate, diciamo, in chiave contemporanea. Non è auspicabile svendere un passato, non è credibile e non paga: l’albero cresce su radici ben piantate nel terreno ma genera frutti nuovi. Non si …

Continue Reading

Attiviamoci

Dalla confusione, dalle menzogne, dagli attacchi personali, dalle negatività non vien fuori mai nulla di buono. Soltanto la serietà del confronto, sano e competente, sortisce effetti benefici per tutti, qualsiasi sia il risultato. Non importa che tesi ed antitesi non trovino una sintesi: si rimane su posizioni differenti, talvolta opposte, ma avendo messo in campo progetti chiari e realizzabili, ancorché non universalmente riconosciuti. Questo è il punto: mistificare, deridere, offendere sono modalità irrazionali ed inutili che dimostrano mancanza di idee. Forse dovremmo ripartire proprio dalla riflessione su questi concetti. Siamo in grado di informarci e formarci per poi spendere nella …

Continue Reading