Blog

I sassolini nelle scarpe

L’ultima piaga della nostra società è la mancanza di rispetto e l’incapacità di confrontarsi con pacatezza senza alzare i toni attaccando la vita personale dell’interlocutore. La scelta di aderire a un movimento/partito e poi allontanarsene non è un tradimento. Se fatto in coerenza e dopo attenta riflessione nessuna accusa può adombrare la figura di alcuno. Del resto un conto sono le idee, un conto i programmi ed i metodi adottati nella prassi politica. Evidentemente vi è chi vede nell’altro un nemico se ha una coscienza critica, se non è convinto di un percorso iniziato in un modo e degenerato poi …

Continue Reading

Quel che resta, quel che è perduto, quel che verrà

Ebbene sì, la sinistra ha sbagliato. Ebbene sì, tutti i partiti e movimenti del centro-sinistra sono in una crisi epocale. Le riforme che interessavano gli elettori sono state trascurate o fatte male. Chi è uscito dal PD ha accusato Renzi di aver portato alla deriva una parte dell’elettorato, facendo spostare voti verso il M5S e Lega. Ad essere obiettivi, però, quel che è avvenuto proviene da errori lontani, commessi ben prima. Le battaglie sui diritti sociali, sacrosante (unioni civili, ius soli, ecc.) poco appassionano la maggior parte delle persone. Quel che interessa è l’occupazione e la sicurezza sul lavoro; la …

Continue Reading

I voti si son persi nel bosco.

Si sentiva nell’aria che non sarebbe andata bene per il centro-sinistra. Al netto del Partito Democratico, la gente non ha compreso il progetto di LeU o non gli ha dato fiducia, preferendo il M5S. La campagna elettorale tutta tesa a buttarsi addosso fango a vicenda non ha aiutato, né lo ha fatto un racconto del programma che voleva scopiazzare il giovanilismo grillino ed una demagogia spicciola che altri sono meglio allenati a fare. Inutile tornare indietro ed analizzare ancora una volta come si è arrivati a LeU, inutile anche polemizzare sui mesi persi, mesi in cui Articolo1-MDP poteva radicarsi davvero …

Continue Reading

Elogio semi serio del voto inutile…

Le liste finite e presentate, programmi, più o meno messi a punto: parte la campagna elettorale. Beh, in effetti in Italia è una costante, ma facciamo finta di essere in un Paese normale. Ora, da una parte ci sono le gare a chi è più di destra o più di sinistra; fra chi è più riformista, estremista, europeista, e via discorrendo. Dall’altra la guerra tra ex compagnamici del PD. In mezzo l’elettorato. Ecco il punto centrale: l’elettorato. Stupito, schifato, perplesso, spesso ignora simboli e leader o non ne comprende le scelte. “Ma questo con chi sta?” “Sì, ma è un …

Continue Reading

Idee poche e confuse per una Sinistra mancata

Riassuntino: usciti dal PD in modo veloce e rocambolesco. In molti si chiedono ancora perché non fu fatto per il job act o per la “buona scuola” e in mille altre occasioni che avrebbero richiesto una discontinuità. La questione della data del congresso molta gente non l’ha proprio compresa. E’ storia. Per fare? Mesi persi dietro a Pisapia, invece di organizzare Articolo Uno – MDP (ne ho scritto abbastanza e non ci tornerò sopra); poi imbarcate la seconda e la terza carica dello Stato in una lista unitaria di Sinistra dove però questa parola non può essere messa nel nome, …

Continue Reading

Le reazioni tra la gente comune. In breve.

C’era una volta Articolo Uno… C’era una volta la volontà di unire la Sinistra su un programma condiviso… Poi si è pensato che servisse il centro: va bene. Si è riesumato qualche personaggio, scritto un programma di massima e “dato il via alle danze”. Riunioni provinciali di MDP, assemblea nazionale a Roma dove i delegati hanno semplicemente alzato il cartellino; di nuovo riunioni provinciali insieme a SI e Possibile che in alcuni casi sui territori sono state più divisive che di sintesi. Parole, parole, parole… Assemblea unitaria del 3 dicembre ed acclamazione di un leader: Grasso. Tutto deciso dall’alto, da …

Continue Reading

Cronaca di una morte annunciata?

Il mondo politico ha abdicato a dare un indirizzo di idee e contenuti per impegnarsi  in vari tipi di gare. Quali? La corsa: andare dietro agli elettori affermando quello che loro vorrebbero sentirsi dire. In realtà bisognerebbe comprenderne, sì, le istanze ed i malumori ma per razionalizzare con metodo quanto  raccolto arrivando ad  una sintesi programmatica. Ruba bandiera: contendersi quella del più duro e puro, ben sapendo che poi il punto focale sta nel raccogliere manciate di voti in più dell’altro. Il salto in alto: riuscire a porre obiettivi sempre più elevati alzando l’asta, intuendo che nessuno la oltrepasserà mai. …

Continue Reading

Assemblea nazionale di Articolo Uno: una breve sintesi.

In molti ci siamo ritrovati a Roma ieri: tantissime persone con una grande voglia di fare. Interventi di personaggi noti e meno noti che hanno appassionato il pubblico e che, tra di loro, avevano un aspetto di coerenza ed un unico filo conduttore. Sgombriamo il campo dagli equivoci, innanzitutto: nessuno ha riproposto alleanze con forze politiche che non segnino una discontinuità con quanto fatto finora dal Governo. Su questo i deputati e senatori hanno anche, in modo onesto e corretto, fatto autocritica senza ipocrisia, sempre ricordando però che la lealtà al partito li ha condotti a votare provvedimenti “a suon …

Continue Reading

La democrazia svuotata.

Da oggi e per qualche giorno sicuramente ci sarà la rincorsa alle dichiarazioni sul voto in Sicilia: i politici diranno la loro, i giornalisti scriveranno fior di analisi, ciascuno porterà l’acqua al proprio mulino, ma nessuno si occuperà del fatto più importante. L’assenteismo è il vero protagonista di queste elezioni regionali e non solo. Da anni ormai c’è una preoccupante disaffezione dei cittadini agli appuntamenti elettorali, di qualsiasi livello. E questo è un fatto che nessuno può cancellare. La colpa è di tutti, diciamolo. Di una Sinistra che non ha saputo interpretare se stessa né all’opposizione né al Governo; di …

Continue Reading

Dove eravamo rimasti?

E’ trascorsa l’estate ed è di nuovo settembre: il mese in cui si riannodano i fili del lavoro, inizia la scuola e la politica riassume una veste più dialettica e programmatica. Almeno dovrebbe. Per quanto riguarda il dibattito intorno alle formazioni di Sinistra ed al loro eventuale”marciare” insieme, sia per quanto riguarda i progetti che le elezioni, forse qualche novità potrebbe esserci e altro è nell’aria… A fine settembre la Festa Nazionale a Napoli di Articolo Uno genera entusiasmi in tanti ben poca in altri. La comunicazione su che sarà di noi non è, infatti, chiarissima come non lo sono …

Continue Reading